lunedì 13 giugno 2016

Torta sbriciolata di fragole, yogurt e ricotta




Oggi vi propongo una torta che è nata così, senza troppa convinzione, con quel che c'è in frigo, aggiungendo ingredienti disponibili in questo periodo ma che, con piccole modifiche, potrebbe essere sfruttata in qualsiasi periodo dell'anno.
Avevo bisogno di portare in tavola un dolce veloce e goloso, per sollevare il morale a mia figlia che è alle prese con il primo esame scolastico importante della sua vita: quello di terza media!
La paura e l'apprensione non sono passate, ma la torta è piaciuta tantissimo....e anche questo è un bel risultato!!!
In questa versione ho usato le fragole che tra maggio e giugno sono buonissime, ma potrete variare con pesche, albicocche, ciliegie e con tutto quello che tende a maturare troppo in fretta nella vostra fruttiera.
Adesso, augurando tantissimi "in bocca al lupo" a mia figlia Elena, al mio "nipote" Gianmarco e a  tutti quegli studenti che si trovano in questi giorni ad affrontare gli esami, vi lascio con la ricetta e....corro a risentire storia!!!

Ingredienti:
Per la pasta:
300 gr di farina 00
80 gr di zucchero
1 uovo
120 gr di burro
un pizzico di sale

Per il ripieno
300 gr di fragole
1 vasetto di yogurt alle fragole
150 gr di ricotta fresca
50 gr di zucchero
1 limone bio

In una ciotola disponete tutti gli ingredienti secchi e mescolate bene.
Aggiungete il burro a temperatura ambiente e l'uovo leggermente sbattuto e mescolate con le dita fino a che non risulta un impasto bel amalgamato ma sbriciolato.
Con un po' più di metà impasto, foderate una tortiera imburrata e infarinata.
Mettete il resto della pasta in frigo.
Mescolate la ricotta setacciata con lo zucchero e lo yogurt; aggiungete le fragole lavate, asciugate e spezzettate e la scorza grattugiata di mezzo limone.
Disponete il composto nella tortiera foderata di pasta, facendo attenzione a non arrivare troppo vicino al bordo.
Togliete la rimanente pasta dal frigo e sbriciolatela sopra la farcia di ricotta e fragole, distribuendo in modo uniforme.
Infornate a 180° (forno già caldo) per circa 40 minuti.
Fate raffreddare e servite.

2 commenti:

  1. ottimo per cercare di risollevare il morale,almeno concedere qualche oretta di tregua; sabato da noi prova scritta di italiano mentre distribuivo i fogli si setiva nell'aria la tensione,chiedo siete tesi e loro con un filo di voce mi rispondono:no,ed io: sento nell'aria la tensione,non vi preoccupate fate finta di essere ad una normale prova scritta come quelle fatte durante l'anno,è giusto che siano tesi servirà per le prove più avanti,ed io ancora dopo tanti tanti anni mi commuovo,ogni volta che li vedo li seduti che si concentrano,agli orali poi i primi due o tre alunni piango, poi mi riprendo finalmente,in bocca a lupo a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola per le tue belle parole!!! Le farò leggere a Elena per darle coraggio!!! Un caro saluto.

      Elimina

Related Posts with Thumbnails