lunedì 31 marzo 2014

Croissant sfogliato velocissimo

croissant salati velocissimi

La ricetta di questa settimana è un’idea sfiziosissima per i vostri aperitivi o per le vostre scampagnate.

Si tratta di una pasta sfoglia velocissima preparata utilizzando del formaggio fresco spalmabile, l’avevamo già preparata in versione dolce tanto tempo fa (si vede anche dalla foto) e la ricetta la potete trovare qui.

Oggi la utilizziamo in versione neutra per preparare dei gustosissimi croissant, dalla farcitura che farete potrete ottenere dei deliziosi cornetti da farcire salati o dei Rugelachs,che sono dolcetti tipici americani da farcire con una ganache al cioccolato.

Lo so ormai ho preso l’indirizzone della cucina made In USA ma questa ricetta semplice e gustosa mi ha proprio conquistata. Provare per credere!

 

pasta sfoglia rapida

Ingredienti:

570 gr di farina 0

390 di formaggio spalmabile (Philadelphia o simile)

360 gr di burro leggermente morbido

1 cucchiaino di sale fino

50 gr di burro ( per sfogliare)

50 gr di parmigiano grattugiato

30 gr di semi di sesamo

30 gr di semi di papavero

1 uovo

Procedimento:

In un robot da cucina o nella planetaria mettere la farina, il formaggio ed il burro. Azionare e non appena incomincia ad impastare unire il sale. Quando si sarà formata una palla d’impasto raccogliete il tutto e mettetelo avvolto nella pellicola o in un sacchetto da freezer a riposare in frigo per almeno tre ore.

Accendete il forno statico a 180°.

Dividere l’impasto in tre parti. Sciogliete il rimante burro. Tirate la prima parte cercando di fare una sfoglia il più rotonda possibile, dovrà essere alta pochi millimetri (inferiore al mezzo centimetro), spennellatela con il burro e cospargere con il parmigiano grattugiato. Tagliere il disco di pasta in 12 parti, arrotolate ogni spicchio partendo dalla parte più ampia sino a formare dei piccoli cornetti.

Disponeteli su di una placca rivestita con carta forno.

Sbattete l’uovo, aggiungete 50 ml di acqua e spennellate i croissant. Infornare per circa 20 minuti sino a che saranno dorati. Ripetete l’operazione con la seconda parte d’impasto, stavolta spalmate solamente un lieve strato di burro. Dopo aver spennellato con l’uovo la parte superiore guarnite con semi di sesamo o papavero.

Per la terza parte procedete come per la precedente.

giovedì 27 marzo 2014

Torta di noci rovesciata con impasto brioche:fantastica!

tatin di noci briosciata

Mi sono innamorata! Arriva la primavera ed è sbocciato l’amore per…questa torta!! cosa avevate pensato? Anzi anche mio marito è rimasto folgorato e abbiamo dovuto litigarcela fino all’ultima briciola!

Racchiude tutto quello che io cerco in una torta: la frutta secca che è una delle mie passioni, il sapore di burro che nonostante sia forse meno salutare dell’olio a me piace molto di più (confessione di una foodblogger) ed infine l’impasto brioche l’apoteosi del piacere gustativo.

E’ bella, buona e neanche troppo difficile, non vi rimane che azionare la stampante e prepararvi a replicare questa meraviglia! Poi ovviamente mi farete sapere se anche per voi è arrivato un cupido della ghiottoneria a colpirvi e affondarvi!

P.S: potete stampare la ricetta non la torta! (Stamani sono spiritosa!)

 

walnut rolls

La ricetta è tratta ( e leggermente modificata) dal libro di Marc Grossman “Le ricette di culto di New York” si tratta praticamente della ricetta  e del procedimento dei cinnamon rolls ma senza cannella.

Ingredienti per le brioche:

500 gr di farina 0 (più un poca per la spianatoia)

10 gr di lievito di birra

100 ml latte tiepido

100 ml di acqua tiepida

60 gr di burro morbido

1 uovo

1/2 cucchiaino di sale

40 gr di zucchero

Ingredienti per la farcia:

130 gr di burro morbido

70 gr di zucchero

Ingredienti per la copertura :

250 gr di noci ( la ricetta originale prevede le pecan)

150 gr di zucchero di canna

2 cucchiai di sciroppo di acero

60 gr di burro fuso

Preparazione :

Miscelare l’acqua ed il latte e sciogliervi il lievito. Porre in una ciotola o nella planetaria la farina con lo zucchero. Cominciare ad impastare unendo la parte liquida. Quando l’impasto si sarà formato unire il burro morbido e lavorare sino a che non si sarà assorbito. Lavorate il tutto per almeno 5/ 10 minuti. Infine aggiungere il sale. Formare una palla di pasta e mettetela a riposare coperta per un paio di ore o fino a quando non si sarà raddoppiata di volume.

Quando sarà trascorso detto tempo incominciate a preparare la copertura. Tostate leggermente in forno le noci, mescolate il burro fuso con lo zucchero di canna e lo sciroppo di acero. Versate questo composto in una teglia imburrata ed infarinata e versate sopra le noci.

 

Impastate il burro per la farcia con lo zucchero sino ad avere un composto cremoso.

Stendete la pasta brioche cercando di dargli una forma rettangolare.

Spalmatevi sopra l’impasto di burro e zucchero ed arrotolate mantenendo la parte più lunga.

Tagliate il vostro “salame” d’impasto in 10 parti e disponeteli nella teglia sopra la copertura.

Non vi preoccupate se ci stanno larghi nella teglia devono ancora rilievitare.

Fate lievitare per un’altra ora sino a che i rotoli saranno ben gonfi.

Infornate a forno caldo a 180° per 20 minuti.

Sformate il dolce ancora caldo,

lunedì 24 marzo 2014

Cheese-cake al limone e pere

cheese-cake al limone e pere 001 

La primavera, che nei giorni scorsi aveva fatto capolino, è stata sostituita da un clima quasi invernale, piovoso e noioso.

Le poche domeniche in cui non lavoro mi sembrano sprecate se fuori c'è brutto tempo, in più il malcontento in casa si fa pesante e, prima che degeneri, dobbiamo passare ai ripari!!!

Ormai lo sapete che per me, uno degli antidoti preferiti e meno dispendiosi per scacciare la noia è quello di fare un dolce; mi solleva lo spirito quasi quanto andare a fare shopping, con il doppio risultato che ad essere felice è tutta la famiglia.......e soprattutto il marito!!! 

Ieri pomeriggio quindi, avendo in casa dei bellissimi limoni "bio" a km 0, provenienti dal giardino della mia amica Lucianella, mi sono cimentata in questa nuova cheese-cake dal sapore particolare e leggermente acidulo, smorzato comunque dalle pere leggermente caramellate.

Ho usato lo zucchero di canna che secondo me si abbina bene al limone e accentua un po' il gusto caramellato delle pere di rifinitura.

Penso proprio che una torta così sarà deliziosa presentata in una calda serata estiva in giardino e aspettando le belle giornate vi passo la ricetta....

Ingredienti:

200 gr di biscotti secchi

70 gr di burro

250 gr di ricotta fresca di mucca

150 gr di yogurt greco intero

100 gr di formaggio Philadelphia

120 gr di zucchero di canna

1 uovo

2 limoni bio

2 pere medie

3 fogli di colla di pesce

Un pizzico di sale

Frullate i biscotti, aggiungete il burro morbido e impastate il tutto.

Foderate uno stampo a cerniera con carta da forno solo sul fondo e stendete l'impasto di biscotti pressandolo bene con le mani. Mettete in frigo per un'ora circa.

Mettete a bagno la colla di pesce in acqua fredda.

Grattugiate la scorza di uno dei limoni, tenendola da parte e spremetene il succo in una pentolina con 40 gr di zucchero di canna, facendo sobbollire per qualche minuto fino a formare uno sciroppo. 

Spegnete, unite la colla di pesce ben strizzata facendola sciogliere bene e lasciate raffreddare leggermente.

Dividete l'uovo e unite 40 gr di zucchero di canna al tuorlo montando bene fino a che non diventa una crema chiara e spumosa.

Montate l'albume a neve con un pizzico di sale.

Raccogliete i latticini in una ciotola lavorateli con una spatola amalgamandoli bene, unite il tuorlo montato, la scorza di limone, lo sciroppo di zucchero e limone, infine,  mescolando dal basso verso l'alto,  l'albume montato a neve.

Versate il composto nella base di biscotti e mettete in frigo.

Sbucciate le pere, eliminate il torsolo e affettatele piuttosto sottili.

Adagiatele in una padella antiaderente, irrorandole con il succo del limone rimasto e la scorza grattugiata.

Unite i 40 gr di zucchero di canna rimasto, mettete un coperchio e fate cuocere a fuoco vivace due minuti.

Togliete il coperchio e lasciate caramellare le pere su ambo i lati.

Levate dal fuoco e fate raffreddare leggermente.

Guarnite la cheese-cake con le fettine di pera e irrorate con il fondo di cottura. Rimettete in frigo per almeno 1 ora prima di servire.

giovedì 20 marzo 2014

Torta al dulce di leche e noci macadamia

tortanoci macadamia e dulce de leche
Ho fatto una torta buonissima..altro non mi viene da dire!! Ogni boccone mi strappava un sospiro, lo so ha molte calorie ed è un po’ laboriosa ma vale la pena provarla.
I miei post stanno via, via subendo un drastico calo della parte introduttiva, tutto questo per svariate ragioni. La prima è che il blog è cresciuto le ricette sono viste da tante persone che cercano ricette e non i miei racconti personali, secondo e più importante motivo è che non ho tantissima voglia di raccontarmi in questo momento. Mi limiterò dunque a spiegare la ricetta e del perchè è nata.
Insomma anche le pellegrine sentono la primavera ….
Ingredienti per la frolla:
100 gr di zucchero Muscovado ( in alternativa usatelo di canna meglio ancora se unite un cucchiaio di melassa, si trova nei negozi bio)
330 gr di farina 00
3 tuorli
200 gr di burro
1 pizzico di sale
Ingredienti per la farcia:
1 lattina di condensato ( in alternativa un barattolino di dulce di leche)
200 gr di noci macadamia ( si trovano in tutti i supermercati)
Ingredienti per il crumble:
60 gr di farina 00
60 gr di zucchero di canna
60 gr di burro
60 gr di gocce di cioccolato fondente
Procedimento:
Prima di tutto è importante preparare il dulce di leche, vi consiglio di prepararlo quando avete tempo, anche qualche giorno prima. Il procedimento è semplicissimo, prendete il vostro barattolo di latte condensato e, ancora chiuso, mettetelo a bollire in acqua per 3 ore, quando lo aprirete vedrete che è diventato di un bellissimo color nocciola ed avrà un irresistibile sapore di caramella mou.
Preparate la frolla, mettete la farina, lo zucchero, il sale ed il burro a piccoli pezzi. Amalgamate velocemente, infine unire i tuorli. Non appena si forma l’impasto avvolgerlo nella pellicola e porlo a riposare in frigo per un’ora.
Preparate il crumble mescolando la farina, lo zucchero ed il burro a pezzetti fin quando non si formeranno delle briciole. Solo alla fine unire il cioccolato. Porre in frigo sino al momento dell’utilizzo.
Accendere il forno statico a 170°.
Imburrare ed infarinare uno stampo a cerniera. Stendete la frolla e disponetela nella teglia adagiandola anche sui bordi.
Macinate in maniera grossolana le noci macadamia, mettete il dulce de leche sulla frolla, unite le noci macadamia.
Prendete il crumble e sbriciolatelo sulla vostra torta, infornare per 20/25 minuti. Sino a quando la torta sarà dorata.
Tiepida è divina….ma anche fredda!

lunedì 17 marzo 2014

Shortbreads al caramello

shortbread al caramello 004

Siete avvisati, se non vi piacciono i dolci veramente zuccherosi, quelli che ogni morso è una bomba di goduria....  questo post non è per voi!

La proposta di oggi è veramente da zucchero-dipendenti; è un classico dolce della cultura Anglosassone e come spesso succede quando lo preparo e lo assaggio, mi ha riportato indietro nel tempo a quando, giovane e spensierata passavo spesso le mie vacanze in Scozia o in Inghilterra.

Il clima rigido e soprattutto piovoso di quelle estati, a lungo andare non faceva troppo bene all'umore, mentre invece un dolcetto all'ora del tè sapeva fare miracoli....

Di scelta ce n'era a volontà ma lo shortbread al naturale o con tutte le sue varie coperture, era e rimane sempre il mio preferito.

La preparazione dello Shortbread di base è facilissima e molto buona anche mangiata così com'è, ma con l''aggiunta di caramello e cioccolata la libidine non ha confini.

La prova costume attenderà...ecco le dosi per una ventina di quadrotti che possono essere conservati per diversi giorni in frigo.

Ingredienti:

Per il biscotto:

230 gr di burro

230 gr di farina

100 gr di zucchero

un pizzico di sale

Per il caramello:

175 gr di burro

120 gr di zucchero

4 cucchiai di sciroppo di zucchero (golden syrup)

350 gr di latte condensato non zucherato

Per la copertura:

200 gr di cioccolato fondente

4 cucchiai di panna fresca

Mescolate con la punta delle dita o nella planetaria, il burro con la farina e un pizzico di sale, fino ad ottenere un composto sbriciolato.

Unite lo zucchero e mescolate fino ad ottenere un impasto.

Scaldate il forno a 160° e imburrate bene uno stampo rettangolare.

Mettete l'impasto nello stampo, premendo bene e bucandolo con una forchetta.

Infornate per 30-40 minuti, finché la base non è soda e leggermente dorata.

Fate raffreddare fuori dal forno.

Preparate il caramello mettendo il burro, lo zucchero, lo sciroppo e il latte condensato in una pentola dal fondo spesso e scaldate a fiamma bassa finché lo zucchero non si è sciolto.

Portare a ebollizione mescolando continuamente.

Abbassare la fiamma e sempre mescolando fate sobbollire per 15-20 minuti, fino a che il composto è denso.

Lasciate intiepidire e poi versatelo sulla superficie dello shortbread e fate raffreddare.

Mettete in frigo a solidificare.

Fondete a bagnomaria la cioccolata a pezzetti con la panna fresca, mescolando in continuazione e togliendo dal fuoco appena è sciolta.

Lasciate intiepidire qualche minuto e versate sopra il caramello ormai solidificato.

E' importante che il caramello sia ben solidificato prima di unire il cioccolato fuso, quindi posticipate di qualche ora quest'ultima operazione.

Mettete il dolce in frigo per fare indurire il cioccolato, tagliate a quadretti e servite!

giovedì 13 marzo 2014

Quadretti di polenta bianca con cavolo rosso, salsiccia e pecorino

polenta bianca con cavolo rosso, salsiccia e pecorino 009

Anche quest'anno i giorni che ho passato in montagna non sono stati privi di spunti culinari.

Il clima rigido, la neve e la piacevole ospitalità Trentina hanno saputo ricreare la magia che si ripete ogni inverno e mi porta a ricordare per tutto il resto dell'anno questa piacevole settimana.

La ricetta di oggi, tipicamente invernale, richiama alla mente focolari e paesaggi innevati ma, in questo caso, si può fare un'eccezione perché servita a bocconcini si presta a mio avviso ad essere proposta in ogni stagione: stiamo parlando della polenta!

Ho usato una polenta bianca, dalla grana sottile e delicata che ho comprato ad Andalo ma la potete trovare in qualsiasi negozio bio della vostra zona.

Il cavolo cappuccio rosso con il suo aroma dolciastro si abbina appetitosamente con la salsiccia toscana saporita e il gratin finale con il pecorino semi-stagionato corona il tutto!

Certo che questo piatto mangiato in montagna, dopo una giornata passata nelle piste, mi farebbe venire meno sensi di colpa.....però ormai è fatta, mangio e, magari a piedi, corro al lavoro!!!

Ingredienti:

250 gr di polenta bianca

500 gr di cavolo cappuccio rosso

3 salsicce

1\2 bicchiere di vino rosso

200 gr di pecorino semi-stagionato

olio, sale, pepe

Seguite le istruzioni nella confezione di polenta e procedete alla realizzazione. Stendetela quando è pronta in una placca o in un vassoio coperti di carta da forno e fate raffreddare.

Scaldate un po' d'olio evo in una padella piuttosto grande e fate appassire il cavolo cappuccio affettato molto sottile con l'aiuto di una mandolina.

Quando il cavolo è diminuito di volume versare salare, pepare e unire il vino rosso, lasciare evaporare e spengere il fuoco.

Spezzettare le salsicce e rosolarle velocemente in una padella antiaderente senza condimenti, unire una macinata abbondante di pepe nero.

Tagliate a quadrettini la polenta ormai fredda e componetele con un ciuffetto di cavolo rosso, un po' di salsiccia, finendo con delle fettine di pecorino semi-stagionato.

Passare sotto il grill per 3 o 4 minuti e servite subito.

lunedì 10 marzo 2014

Panina pasquale con noci ed uva passa

panina pasquale

E' appena cominciata la quaresima e già la nostra ispirazione culinaria si è spostata verso i piatti tipici di questo periodo. Le panine, sia dolci che salate, sono fra le preparazioni più sfiziose della cucina tipica aretina.

Quella che vogliamo presentarvi oggi è una versione più ricca della classica panina con uvetta, abbiamo aggiunto delle noci e dello zucchero trasformandola così in un dolce rustico ma molto gustoso.

Sul nostro blog potete trovare anche le versioni classiche, noi vi consigliamo di provarla tutte.

panina di Pasqua

Ingredienti per 3 panine:

500 gr di farina 0

500 gr di farina manitoba

10 gr di lievito di birra

125 gr di strutto

200 gr di zucchero

350 gr di uva passa

450 gr di noci sgusciate

2 bustine di zafferano

600 ml di acqua tiepida (circa)

1 cucchiaino e mezzo di sale

Procedimento:

Mescolare le due farine con 100 gr di zucchero, unire lo strutto. Sciogliere nell'acqua tiepida lo zafferano ed il lievito. Incominciare ad impastare unendo la parte liquida alla parte asciutta. Quando l'impasto sarà ben formato e lucido mettere il sale. Amalgamare bene ed infine aggiungere 250 gr di uva passa e 350 gr di noci.

Formare una palla e porre a riposare coperto in un luogo riparato . Dopo circa 3 ore dividere l'impasto in tre parti. Ungere tre teglie e stendere l'impasto. Disponete sopra le rimanenti noci e l'uvetta rimasta. Coprite di nuovo e far lievitare per altre due ore.

Accendere il forno ventilato a 180°, quando avrà raggiunto la temperatura infornare le vostre focacce versandovi sopra prima di infornarle lo zucchero rimasto ( circa 30 gr per panina).

Cuocere ciascuna focaccia per circa venti minuti. Controllate quando saranno belle dorate sfornatele.

Fate freddare su una griglia.

venerdì 7 marzo 2014

Semifreddo di riso alla panna per unlamponelcuore

corona di riso e panna
bannerlampone



Il post di oggi è dedicato alle piccole donne  che devono crescere senza l’amore di una mamma sapendo che possono contare su due grandi donne per crescere.


Il post di oggi prende ispirazione da una donna meravigliosa che è Anna Maria Pellegrino e dal suo bellissimo post http://www.lacucinadiqb.com/2014/02/burek-di-ricotta-e-marmellata-ai-frutti.html
Con questa iniziativa, i food blogger che aderiscono a "unlamponelcuore" intendono far conoscere il progetto "lamponi di pace" ella Cooperativa Agricola Insieme (http://coop-insieme.com/),nata nel giugno del 2003 per favorire il ritorno a casa delle donne di Bratunac, dopo la deportazione successiva al massacro di Srebrenica, nel quale le truppe di Radko Mladic uccisero tutti i loro mariti e i loro figli maschi. Per aiutare e sostenere il rientro nelle loro terre devastate dalla guerra civile, dopo circa dieci anni di permanenza nei campi profughi, è nato questo progetto, mirato a riattivare un sistema di microeconomia basato sul recupero dell'antica coltura dei lamponi e sull'organizzazione delle famiglie in piccole cooperative, al fine di ricostruire la trama di un tessuto sociale fondato sull'aiuto reciproco, sul mutuo sostegno e sulla collaborazione di tutti. A distanza di oltre dieci anni dall'inaugurazione del progetto, il sogno di questa cooperativa è diventato una realtà viva e vitale, capace di vita autonoma e simbolo concreto della trasformazione della parola "ritorno" nella scelta del "restare".
Se volte saperne ancora leggete qui:
http://www.gamberorosso.it/news/item/1019237-donne-dolci-solidarieta-e-300-foodblogger-per-l-8-marzo-unlamponenelcuore-a-sostegno-della-cooperativa-agricola-insieme
Ingredienti:
500 ml di latte fresco
500 ml di panna fresca
200 gr di riso originario
100 gr di zucchero
300 gr di lamponi
1 pizzico di sale
8 gr di gelatina in fogli
1 scorza di limone
Procedimento:
Mettere in ammollo la gelatina in acqua fredda.
Porre il latte a bollire con un pizzico di sale e la scorza di limone, al momento dell’ebollizione mettere il riso e cuocere per il tempo indicato dalla confezione.
Poco prima di spengere unire lo zucchero.
Infine la gelatina ben strizzata.
Far raffreddare il riso.
Montare la panna ed incorporarla piano piano.
Mettere il tutto in uno stampo ad anello e passare nel freezer per un’ora almeno.
Sformare e decorare con i lamponi.

giovedì 6 marzo 2014

Burek o Byrek

burek byrek

Buongiorno a tutti, oggi ho preparato una ricetta che non appartiene alla cucina italiana bensì alla cucina albanese: il Burek o Byrek, la versione che vi propongo è quella con la farcia al formaggio ma potete prepararlo anche nella versione con carne macinata e cipolle o con ricotta e spinaci.

Quello che mi ha colpito di questa ricetta è questa sfoglia che assomiglia molto ad una pasta fillo, il risultato è una sfoglia croccante e molto gustosa. Francamente pensavo che non sarei mai riuscita a farla in casa ed invece si è rivelata una cosa facilissima.

Mi sembra doveroso dire che la ricetta me l’hanno data due amiche albanesi, avevano preparato entrambe questo piatto in due occasioni diverse ed io ero rimasta molto colpita dalla bontà di questa torta salata.

Ovviamente questa è la loro versione, anzi di una delle due,visto che quella di Valentina prevede un procedimento totalmente diverso. Sarà mia cura provarlo per voi e proporvelo, intanto vi consiglio di provare questa che è dir poco strepitosa.

A voi il Burek nella versione di Alma:

Ingredienti per la pasta:

500 gr di farina 00

200 ml di acqua calda

100 ml di latte intero

100 ml di olio extra vergine di oliva

1 cucchiaino di sale

Ingredienti per la farcia:

500 gr di feta

100 gr di maizena

200 ml di yogurt greco

4 uova

1 pizzico di sale

Farcia:

Sbattete le uova con un pizzico di sale ed unite lo yogurt. Sbriciolate la feta  con le mani ed unitela all’ impasto.

Procedimento per la pasta:

Fare un impasto con la farina, il sale, l’acqua ed il latte miscelati. La quantità del liquido è approssimativa aggiungetene sino a che non avrete un impasto che non si attacca alle mani abbastanza morbido da essere steso.

Mettetelo a riposare un paio di ore in un sacchetto da freezer o avvolto nella pellicola.

Accendete il forno a 180°

Dividere l’impasto in 8 parti. Su una spianatoia o meglio ancora su un piano di marmo tirate una pallina alla volta aiutandovi con l’amido di mais. Non usate la farina.

Io ho fatto delle sfoglie grandi come una placca da forno, devono essere sottilissime.

Ho spennellato della carta da forno con olio evo, ho messo la prima sfoglia e l’ho spennellata con olio . Ho proceduto così per le prime quattro sfoglie.

Su un altro foglio di carta da forno ho fatto nelle stesso modo per le restanti sfoglie.

Ho messo la farcia sopra le prime quattro sfoglie ed aiutandomi con la carta ho messo sopra le altre.

Infornare per circa 20 minuti sino a che non sarà dorato.

Related Posts with Thumbnails