giovedì 30 ottobre 2014

Torta di nutella

torta di nutella

Venerdì sera: marito ad una cena di lavoro ed io con i miei ragazzi che ascolto musica e bighellono allegramente su facebook.  Ad un certo punto ci imbattiamo in un post di Stefania, la mitica Araba Felice. Ci è bastato leggere il titolo ed è stato amore a prima vista:Torta magica alla nutella. Questa torta è davvero magica, ha solo 2 ingredienti: le uova e la Nutella

Abbiamo immediatamente deciso che dovevamo assaggiarla e soprattutto realizzarla istantaneamente.

Il primo ed unico inghippo è stata la teglia, nella ricetta c’era scritto di usare una tortiera di max 20 cm, la nostra più piccola era di 24. Senza perderci d’animo abbiamo deciso di aumentare proporzionalmente le dosi nella speranza di non falsare il risultato. Sarà la fortuna, saranno i calcoli del liceale o più probabilmente la bontà della ricetta ma abbiamo ottenuto un ottimo risultato.

P.S.: quando uscì il post commentai dicendo che l’avrei certamente realizzata con i miei bimbi, promessa mantenuta anche se con un imperdonabile ritardo!

Ingredienti:

6 uova

360 gr di Nutella

Procedimento:

Accendete il forno a 170 °.Rivestire una teglia  da 24 cm con carta da forno, montare le uova intere (tuorlo e chiara insieme) con una planetaria o con uno sbattitore elettrico sino a che saranno soffici e spumose, con la planetaria ci vorranno circa 15 minuti con lo sbattitore elettrico aggiungete altri 5 minuti.

Scaldare leggermente la nutella in modo da renderla più fluida ed incorporatela al composto di uova con un movimento dal basso verso l’alto cercando di smontare il meno possibile le uova.  Quando l’impasto sarà ben amalgamato versatelo nella tortiera ed infornate per 30 minuti.

La torta deve rimanere morbida all’interno. Servire fredda spolverizzata con zucchero a velo.

lunedì 27 ottobre 2014

Dolce pasticcio di castagne

dolce pasticcio di castagne 002

E' il loro momento, sono nel pieno splendore, lucide, compatte e dal caratteristico colore marrone scuro: le castagne fanno il loro ingresso nei banchi del mercato.

Pur non amandole personalmente, nella mia famiglia ho dei gran fans di questo frutto e in casa viene consumato spesso in questa stagione, o come "caldarroste" castrate e rosolate al fuoco o lessate con poco sale e semi di finocchio.

Ed è proprio partendo da una base di castagne lesse, che oggi vi propongo un dolce molto goloso, dalla consistenza morbida e cremosa.

Non ho usato troppo zucchero per fare si che si sentisse meglio il sapore delle castagne e la copertura di cioccolato fondente dona all'insieme un gusto veramente superbo.

Potrete prepararlo anche in anticipo perché si conserva bene in frigo e il giorno dopo è ancora più buono.

Ingredienti:

1\2 l di latte

1\2 kg di castagne lessate e pulite

100 gr di burro

5 uova

50 gr di zucchero

Per la copertura:

200 gr di confettura di albicocche

200 gr di cioccolato fondente

50 gr di panna fresca

2 cucchiai di zucchero

Scaldate il latte e unite le castagne, il burro e frullate per ottenere una purea.

Unite i tuorli, lo zucchero e cuocete a bagnomaria, mescolando in continuazione finchè la crema non si sarà leggermente addensata.

Lasciate intiepidire, montate a neve ben ferma le chiare e aggiungetele alla crema di castagne, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto.

Versate l'impasto in uno stampo da plum-cake imburrato e cuocete in forno a bagnomaria, per circa 40 minuti a 170°.

Sformate il dolce in una griglia.

Scaldate la confettura di albicocche con lo zucchero e spalmatela sulla superficie del dolce.

Fate fondere il cioccolato fondente con la panna a bagnomaria e versate la ganache di cioccolato sopra la confettura di albicocche, ricoprendo tutto il dolce.

Lasciate riposare per almeno due ore in frigo e servite.

giovedì 23 ottobre 2014

Cookies al doppio cioccolato

cookies doppio cioccolato

L’autunno ha deciso di farsi sentire con un vento freddo e la voglia di stare in casa al calduccio. Le merende a base di gelato verranno rimpiazzate da dolcetti casalinghi e piccole ghiottonerie come questi biscotti al doppio cioccolato e dal cuore fondente .  Sono croccanti all’esterno e scioglievolmente morbidi all’interno, i miei figli li hanno letteralmente divorati. Penso che dovrò far incrementare loro l’attività fisica visto la ricchezza degli ingredienti. Voi non fatevi scoraggiare perchè vi perdereste dei biscotti strepitosi

Questi meravigliosi e goduriosissimi cookies li ho trovati in un libro di ricette di Donna Hay.

cookies  al doppio cioccolato

Ingredienti:

110 gr di burro leggermente morbido ( tiratelo fuori dal frigo circa 30 minuti prima)

130 gr di zucchero di canna

1 uovo

150 gr di farina

30 gr di cacao amaro

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio

125 gr di cioccolato fondente fuso

280 di cioccolato fondente tritato grossolanamente ( io ho messo 180 fondente e 100 al latte)

1 pizzico di sale.

Procedimento:

Accendete il forno ventilato a 160°.

Montare il burro con lo zucchero ed il sale sino ad avere un composto soffice e spumoso. Unire l’uovo ed il cioccolato fuso e lavorare per qualche altro minuto. Setacciare la farina insieme al caco ed al bicarbonato di sodio unirle all’impasto ed amalgamare bene. Aggiungere il cioccolato a pezzi.

Disponete delle palline di composto sulla placca  rivestita con carta da forno, appiattitele leggermente ( il biscotto dovrà essere alto più o meno 0,5 cm) ed infornate per circa 12 minuti o sino a quando non si formeranno delle crepe sulla superficie.

Fateli raffreddare su di una griglia.

A noi piacciono tiepidi

lunedì 20 ottobre 2014

Vellutata di daikon e patate

vellutata al daikon e patate 009

L'idea che vi propongo oggi è una crema vellutata e delicata, adatta per una cena semplice e dietetica come per una proposta elegante.

Ho utilizzato, insieme alla patata, la radice di daikon o ravanello cinese, un ortaggio che ultimamente fa sempre più spesso capolino nei banchi ortofrutta, ancora poco diffuso nelle tavole Italiane, ma che nell'Estremo Oriente è conosciuto e impiegato in cucina, fin dall'antichità.

Non voglio fare finta di essere una grande conoscitrice di questa radice, l'ho vista tante volte, sono arrivata lì lì per comprarla altrettante e poi non ne avevo fatto di niente, optando per ortaggi più familiari.

Questa volta, partendo dalla voglia autunnale di fare una bella vellutata, ho deciso di utilizzarla ed ho scoperto che, oltre ad essere di buon sapore, ha un sacco di proprietà e una gran quantità di vitamina C.

Si può consumare anche cruda, proprio come una carota e il suo sapore piccantino si presta bene alle insalate o ad accompagnare carni stufate.

Per oggi, vi propongo il suo utilizzo in questa golosa vellutata, facile da fare e dal sapore delizioso, ripromettendomi di provarla anche in altre versioni.

 

Ingredienti per 4 persone:

2 patate medie

300 gr di daikon fresco

2 spicchi di aglio

1l di brodo vegetale

olio extravergine

2 fette di pane raffermo

1 rametto di rosmarino

qualche stelo di erba cipollina

peperoncino macinato

sale e pepe

Mettete in una casseruola un giro d'olio con l'aglio e fate imbiondire.

Aggiungete le patate e il daikon pelati e ridotti a pezzetti, fateli cuocere per 5 minuti a fiamma vivace.

Unite il brodo vegetale e abbassate la fiamma e lasciate cuocere per 20 minuti.

Frullate con il frullatore a immersione la vellutata, salate e pepate a piacere e rimettete al fuoco qualche secondo, mescolando bene.

Nel bicchiere del mixer mettete le fette di pane a pezzetti, gli aghi di rosmarino, sale, pepe nero e l'erba cipollina a pezzetti, lasciando qualche stelo per la guarnizione finale.

Frullate per frantumare il tutto e amalgamare, senza sminuzzare troppo.

In una padella scaldate bene un po' di olio extravergine d'oliva e fateci saltare le briciole di pane con le spezie; rosolate bene e spengete.

Presentate la vellutata in contenitori o piatti individuali, con una generosa spolverata di briciole di pane rosolate e qualche stelo di erba cipollina.

lunedì 13 ottobre 2014

Tortino di miglio, zucca e porri.

tortino di miglio, zucca e porri 009

Questa settimana avevo in mente di riordinare i cassetti della dispensa, strapieni di ogni genere di prodotti che nemmeno io mi ricordavo di avere mai comprato....che siano migrati da soli???

Non era passato nemmeno tanto tempo dall'ultima volta che ci ho messo le mani, eppure i grandi cassetti della cucina gridavano aiuto!!!

Lo shopping compulsivo a me prende anche al supermercato ed ecco le conseguenze.....

Però, come dice il proverbio, "non tutti i mali vengono per nuocere" e tra le varie cose più o meno utili ho trovato dei sacchettini di cereali bio, comprati per le fresche insalate estive ma ancora integri e inutilizzati.

L'attenzione si è rivolta subito al miglio che non viene spesso introdotto nella nostra dieta quotidiana ma ha tante proprietà benefiche.

L'idea è stata di farne un tortino, che fa sempre il suo effetto in tavola, abbinandolo al mio ortaggio arancione preferito: la zucca!!!

Ho utilizzato anche i porri, che adoro, e ricoperto il tutto con una besciamella vegetale.

La ricetta che ne è venuta fuori è sicuramente adatta anche ad un'alimentazione vegana e vi assicuro che si presenta bene in tavola ed è gustosissima.

I miei commensali non si sono neanche chiesti cosa fosse, hanno mangiato con piacere, risparmiandomi i "cinguettii" che solitamente mi rivolgono quando sanno di mangiare miglio!!!

Ingredienti:

Per il tortino:

200 gr di miglio

350 gr di zucca

2 porro

2 cucchiai di salsa di soia

3 cucchiai di pangrattato

un ciuffo di prezzemolo

Per la besciamella:

30 gr di farina 00

3 cucchiai di olio di mais

300 ml di latte di soia

Pulite la zucca e tagliatela a dadini. Sciacquate il miglio e mettetelo in una pentola con la zucca e un pizzico di sale.

Aggiungete 400 ml di acqua e coprite la pentola con il coperchio.

Lasciate cuocere per 20 minuti a fuoco dolce, controllando di tanto in tanto che l'acqua non si asciughi troppo e il miglio non si attacchi al fondo. Se occorre aggiungere un po' d'acqua.

Spegnete e lasciate riposare per 10 minuti.

Affettate il porro e fatelo appassire in poco olio extravergine, aggiungete 1\2 bicchiere d'acqua e lasciate stufare a fuoco dolce per 10 minuti.

In una pentolina scaldate l'olio di mais, unite la farina e lasciatela tostare per 2\3 minuti. Aggiungete il latte di soia amalgamando bene e cuocete 10 minuti continuando a mescolare.

Unite al miglio i porri stufati, il prezzemolo tritato finemente e la salsa di soia.

Mescolate bene e versate il composto in una tortiera oliata e cosparsa di pangrattato.

Livellate la superficie e ricoprite con la besciamella. Spolverizzate col pangrattato e infornate a 180° per 25\30 minuti.

giovedì 9 ottobre 2014

Confettura di peperoncino

confettura di peperoncino 004

Con la ricetta di oggi, completiamo la trilogia di ricette a base di peperoncino.

La ragione di questa kermesse....piccantina è dovuta alla nostra partecipazione alla trasmissione "Bengodi" condotta da Alex Revelli e Susanna Cutini su Teletruria, la nostra emittente locale.

Il tema della trasmissione era, non a caso " Il peperoncino".

Partecipare alla trasmissione, oltre che divertente è stato anche istruttivo, perché abbiamo scoperto le innumerevoli quantità di peperoncini che esistono in commercio e le loro strabilianti proprietà.

Con la sicurezza quindi di proporvi una cosa sfiziosa, golosa e soprattutto sana, ecco pronta per voi la terza ed ultima ricetta, semplicissima e deliziosa: la confettura di peperoncino.

Provatela con i formaggi, sia stagionati che freschi, sopra un crostino di pane croccante spalmato con la ricotta o semplicemente un assaggio "nature"....se amate quel particolare piccantino ne resterete catturati!!!  

Ingredienti:

600 gr di peperoni rossi

200 gr di peperoncino fresco

800 gr di zucchero

100 ml di aceto di mele

Lavare e privare dei semi i peperoni. Tagliarli a dadini e metterli in una casseruola. Unire i peperoncini lavati e sminuzzati, lo zucchero e l'aceto di mele.

Portare ad ebollizione e fare bollire la confettura per almeno un'ora.

Lasciare raffreddare e passare al passatutto.

Sterilizzare i barattolini da usare e riempirli con la confettura.

Immergerli in una pentola coperti d'acqua e farli bollire per 20 minuti in modo che vadano in sottovuoto.

A questo punto la vostra confettura di peperoncino vi terra compagnia per tutto l'inverno.

lunedì 6 ottobre 2014

Peperoncini dolci ripieni

peperoncini ripieni piccanti

Questa impennata di ricette con il peperoncino ha un suo perché e lo scoprirete nei prossimi giorni. Nel frattempo godetevi questa ricetta sfiziosa e molto veloce. I peperoncini ripieni sono una vera delizia da proporre come antipasto o come secondo piatto.

Ingredienti per 1 kg di peperoncini dolci:

1 kg di peperoncini freschi dolci

qualche peperoncino fresco piccante ( dipende dalla vostra sensibilità al piccante)

500 gr di ricotta fresca vaccina

150 di pecorino grattugiato

1 uovo

1 pizzico di sale ( assaggiate il composto dopo aver messo il pecorino e regolatevi di conseguenza)

Procedimento:

Accendete il forno a 180°. Lavate i peperoncini, togliete una striscia di peperone in modo che possa essere farcito. Togliete tutti i semi dall’interno e lavate. Mettete a scolare rivolti verso il basso. Non buttate la striscia che avete tolto!!

Lavate i peperoncini freschi e tritateli insieme alle strisce verdi rimaste.

Mescolate la ricotta con il pecorino, l’uovo e aggiustate di sale. Unite i peperoni ed utilizzate la farcia per riempire i vostri peperoncini.

Disponete su carta da forno ed infornate per circa 20 minuti.

Related Posts with Thumbnails