domenica 28 giugno 2015

Confettura di ciliegie


La confettura di ciliegie è  una delle delizie casalinghe a cui è  difficile rinunciare.  Ogni  anno in questo periodo faccio scorta di questa bontà che i  miei figli adorano sia sul pane che su delle golosossime crostate o torte ripiene. 
Ingredienti:
1 kg di ciliegie nostrali
1 kg di zucchero 
100  ml di acqua 
1 bustina di pectina1:1
Procedimento :
Lavare, togliere i piccioli e snocciolate le ciliegie. Mettere in una pentola , aggiungere l'acqua e far cuocere fino a riduzione  dell'acqua stessa. Lasciar raffreddare,   unire la pectina sciogliendo bene, rimettere al fuoco ed unire piano piano lo zucchero. Portare ad ebollizione  e lasciar cuocere per circa 30 minuti sempre mescolando.  L'uso della pectina è consigliato  per ridurre  i tempi di cottura e lasciare il più  intatto possibile il sapore delle ciliegie. Usare barattoli sterilizzati con l'ebollizione,   mettetevi la marmellata calda, tappatela e rovesciate i barattoli sino al raffreddamento

lunedì 22 giugno 2015

Fiori di zucca ripieni

fiori di zucca ripieni 004

 

La proposta odierna, vede come base di partenza una delle verdure che preferisco e che mangerei tutti i giorni, a dispetto della loro ridotta stagionalità: i fiori di zucca.

Li adoro in tutte le versioni possibili e immaginabili, pastellati e fritti, nella frittata, negli sformati e soprattutto...ripieni!!!

Ed ecco la mia idea di oggi, fiori di zucca ripieni, facilissimi, gustosi e perfetti per un piatto unico estivo.

Il ripieno che ho realizzato è a base di prosciutto cotto e formaggio spalmabile che si sposano benissimo con la delicatezza del fiore.

Si presentano bene e sono buoni caldi e freddi, insomma....se vi ho convinto continuate a leggere e correte a prepararli!!!

Ah dimenticavo, la parte più delicata è quella del riempimento del fiore, che renderete una "passeggiata" aiutandovi con una sac à poche.


Ingredienti:

12 fiori di zucca
80 gr di prosciutto cotto
100 gr di formaggio fresco spalmabile
1 uovo
2 cucchiai di Parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di erba cipollina tritata
2 fette di pancarrè o da tramezzini
2/3 cucchiai di latte
Sale, pepe q.b.
2 cucchiai di olio extravergine


Pulire bene e delicatamente i fiori di zucca, togliendo il pistillo interno, le escrescenze alla base e  il gambo.
Nel bicchiere del mixer mettete il prosciutto cotto, il formaggio spalmabile, le erbe aromatiche e l’uovo.
Bagnate il pancarrè, a cui avrete tolto la crosta, con 2/3 cucchiai di latte e sbriciolatelo nel mixer.
Aggiungete un cucchiaio di Parmigiano grattugiato, il sale e il pepe e frullate tutto per pochi secondi.
Per poter farcire i fiori senza romperli, versate il composto in una sac á poche usa e getta e con estrema delicatezza, riempite i fiori lasciando libera la parte alta del petalo.
Ungete con olio extravergine di oliva una pirofila e disponete in fila i fiori ripieni.
Cuocete in forno caldo a 180* per 20 minuti.

lunedì 15 giugno 2015

Cantucci al burro di arachidi e noci

cantucci burro di arachidi e noci

 

Questi cantucci dagli ingredienti non classici sono un esperimento che ha riscosso un enorme successo. Li ho fatti pensando ai miei figli e dando per scontato che mio marito, integralista culinario, non li apprezzasse e invece sono stati un successo e dovranno essere annoverati tra le ricettine da rifare più volte.

Si preparano in pochissimi minuti e sono superlativi come accompagnamento per il gelato.

Potete sostituire le noci con altra frutta secca a vostro piacimento anche se le noci per sono l’abbinamento perfetto con la nota leggermente salata del burro di arachidi.

Ingredienti:

350 gr di farina ( ottima anche quella multi cereali che io ho usato in questa occasione )

100 gr di burro di arachidi

100 ml di panna fresca

1 uovo e un tuorlo

200 gr di zucchero

250 gr di noci sgusciate

1 pizzico di sale

1 cucchiaino da caffe colmo di lievito vanigliato per dolci

Procedimento:

Accendere il forno statico a 170°, rivestire una placca  con carta da forno.

Montare le uova con lo zucchero ed un pizzico di sale per circa cinque minuti. Unire la panna fresca ( non montata) e il burro di arachidi, infine aggiungere poco a poco la farina. Quando l’impasto si sarà formato e sarà maneggiabile aggiungere i gherigli di noce tritati grossolanamente con le mani.

Fare tre filoncini e disporli sulla teglia; infornare per circa 20 minuti.

Una volta intiepiditi tagliare i biscotti a cantucci, io non li ho ripassati dal forno perchè li preferivo meno croccanti.

lunedì 8 giugno 2015

Torta di cioccolato e ciliegie.....in stile Boero.

torta al cioccolato e ciliegie 005

L'amore profondo per il cioccolato è nato con me....da sempre ho il ricordo del piacere provato a scartare e gustare un cioccolatino; il sapore che ti avvolge e che, nell'arco dei pochi istanti in cui si scioglie in bocca, ti porta direttamente in un'altra dimensione.

Quando ero piccola, non c'era la scelta quotidiana di cioccolato e cioccolatini che può esserci oggi; il dolcetto era un premio ambito e sospirato e, forse anche per questo motivo, il ricordo è rimasto impresso così bene.

Mi ricordo perfettamente i sacchetti i di cioccolatini misti che la mia zia ci portava quando veniva a trovarci e la lotta con mia sorella per evitare di “beccare” quelli alla banana che non ci piacevano per niente!!!

Tra tutti quanti, quello che mi ha lasciato il ricordo più contraddittorio è il Boero; forse perché quando lo mangiavamo il liquore aveva un sapore forte, da grandi, ma poi arrivava la ciliegia dolcissima che finiva la sua storia avvolta nel cioccolato.....e poi era veramente il più grosso, è la voglia di cioccolato veniva appagata!!!

Tutti questi ricordi di infanzia sono tornati a galla grazie al sapore della torta che vi propongo oggi, cioccolatosissima e con le ciliegie leggermente alcoliche nascoste nella farcia che, fin dal primo morso, mi ha ricordato il mitico cioccolatino.

Le ciliegie, visto il periodo, le ho usate fresche, denocciolate e fatte cuocere con lo zucchero e il maraschino, in modo da ricordare il sapore "adulto" di quelle sotto spirito ma senza la gradazione alcolica, cosi da poterla proporre anche ai bambini; perché è vero che ai miei tempi mangiare un boero o una fetta di pane con vino e zucchero non era grave e siamo tutti cresciuti e pasciuti, ma è anche vero che a mia figlia non l'ho mai dato e non lo darei.....i tempi cambiano ed è giusto adeguarci anche noi.

Ecco la ricetta della mia torta:

 

Ingredienti:

Per la frolla:

400 gr di farina 00

280 gr di burro

180 gr di zucchero a velo

1 uovo intero e 2 tuorli

20 gr di cacao amaro

Per la farcia:

1 l di latte

100 gr di cioccolato fondente

50 gr di cioccolato al latte

80 gr di zucchero semolato

50 gr di cacao amaro

50 gr di amido di mais

50 gr di amido di riso

Per le ciliegie:

500 gr di ciliegie

1 dl di Maraschino

50 gr di zucchero

Denocciolare le ciliegie, lasciandone qualcuna intera e con il picciolo per la guarnizione.

Metterle in una pentola con lo zucchero e il Maraschino e farle andare a fuoco vivace per circa 15 minuti.

Preparare la frolla mescolando tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Avvolgere con la pellicola e lasciare riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

Preparare la crema stemperando i due amidi con un bicchiere di latte freddo.

In un pentolino scaldare 200 ml di latte con lo zucchero e portarlo quasi ad ebollizione.

Togliere dal fuoco e unire il cioccolato, il cacao amaro e il latte rimanente; rimettere al fuoco e mescolare continuamente.

Unire gli amidi e continuando a mescolare lasciare che la crema si addensi.

Quando è fredda, unire le ciliegie con un po' di liquido di cottura, mescolare e mettere il frigo per una mezz'ora.

Stendere la frolla e rivestire una tortiera imburrata e infarinata.

Distribuire la crema con le ciliegie all'interno della frolla, decorate con strisce di pasta la superficie e infornate a 180° per 45 minuti.

Lasciate freddare prima di sformare la torta e decorate con le ciliegie intere.

lunedì 25 maggio 2015

Pomodorini ripieni di orzo, erbe aromatiche e feta.

pomodorini ripirni di orzo 007

 

 

La proposta di oggi sembra fatta apposta per essere mangiata all'aperto, da piluccare con le mani, in mezzo a un prato o in spiaggia davanti al mare.....io me la sono immaginata così, anche se l'ho preparata e consumata in settimana, in una grigia e anomala giornata di maggio che ricordava più l'autunno inoltrato.

Ma con la fantasia si può fare tutto... e, aiutata da colori e sapori che sanno di sole, da erbette che cominciano a fare il suo ingresso in cucina con tutto il loro aroma naturale e non liofilizzato, la "fiction" del pic nic è andata a buon fine....

Ho portato in tavola un antipasto semplice e saporito che ci ha catapultato in un preludio d'estate che verrà!!!

L'uso di alcune erbe a discapito di altre è un gusto personale, dettato anche da quello che passa il convento, in questo caso il terrazzo.

Potete usare quelle che più si addicono al vostro palato o a quello dei vostri ospiti, quelle che in quel momento avete più a portata di mano o soprattutto fresche, perché è quello che alla fine fa la differenza nel profumo del piatto finito.

Il formaggio che ho usato è la Feta greca, che io adoro e che trovo adatta al contesto, però può anche essere perfetto un pecorino piuttosto fresco o un caprino semistagionato.

Ecco le dosi per la mia versione.

Ingredienti per 6 persone:

24 pomodorini ciliegia

200 gr di orzo perlato

1 ciuffo di prezzemolo

qualche stelo di erba cipollina

10 foglie di basilico

qualche fogliolina di maggiorana

Sale e pepe

Olio extravergine

150 gr di Feta

 

Per prima cosa lavate bene l'orzo perlato sotto l'acqua corrente e mettetelo in una pentola con 200 ml di acqua.

Portare ad ebollizione e far cuocere pe circa 25 minuti.

Io preferisco usare la pentola a pressione che, in 15 minuti dal fischio, mi cuoce perfettamente l'orzo.

Lavate e asciugate le erbette miste, mettetele nel mixer e fatele frullare.

Aggiungete sale q.b., pepe e un filo di olio extravergine e fate andare qualche secondo il mixer per amalgamare il tutto.  Assaggiate e verificate che sia giusto di sale e pepe.

Tagliate la calotta superiore ai pomodorini, salateli appena all'interno e capovolgeteli in un tagliere per far scolare i liquidi in eccesso.

Togliete l'orzo dal fuoco che dovrebbe aver assorbito tutta l'acqua di cottura, altrimenti scolate l'eccesso e mettetelo in una ciotola capiente con un filo d'olio e mescolate.

Condite con il trito di erbette aromatiche e all'occorrenza aggiustate di sale. (Io tendo sempre a salare poco, casomai aggiungo all'ultimo).

Tritate la Feta a dadini piccoli e aggiungetela all'orzo mescolando delicatamente.

Asciugate con carta da cucina l'interno dei pomodorini e riempiteli di orzo e Feta.

Rimettete la calottina a ognuno dei pomodorini e guarnite, se volete, con qualche stelo di erba cipollina.

lunedì 18 maggio 2015

Oreo cheese cake

oreocheesecake

La prova bikini si avvicina e come ogni anno io mi preparo a mio modo! Cioè sarei anche bravina in teoria, vado in piscina a saltellare come una pazza se non fosse che….ho un’amica,cuoca sopraffina di nome Francesca, che mi contagia parlando di ricette succulente.

Mentre tutte le altre pedalano sbuffando noi elaboriamo ricette ipercaloriche, lei suggerisce spesso l’utilizzo di frutta ma in casa mia tali articoli hanno ben poco successo e quindi io, dove lei mette le fragole, aggiungo cioccolato fondente.

Il risultato di tanto confabulare è questo strepitoso dolce a base di biscotti Oreo, vi assicuro che è buonissimo e farà contenti tutti i ghiottoni a cui lo proporrete .

Per la prova bikini vi cosiglio di optare per un sobrio pareo come penso farò io ! Sorriso

 

Ingredienti:

Per la base:

200 gr di biscotti Oreo

100 gr di burro

Per la farcia e copertura:

500 gr di mascarpone

700 ml di panna

160 gr di zucchero a velo

200 gr di cioccolato fondente

12 gr di colla di pesce

100 ml di crema di whiskey

Procedimento:

Per prima cosa dobbiamo mettere in ammollo in acqua fredda la colla di pesce,  poi occorre preparare la base: togliamo la crema del ripieno ai biscotti Oreo e frulliamoli insieme al burro a temperatura ambiente. Disporre l’impasto ottenuto in una tortiera a cerniera leggermente imburrata. Mettere il tutto in frigo.

Montare 500 ml panna con 60 gr di zucchero , in un contenitore a parte montare il mascarpone ( vi consiglio di farlo a mano con una frusta) con i rimanenti 100 gr di zucchero a velo.

Scaldare la crema di whiskey , strizzare la colla di pesce e metterla a sciogliere nel liquore. Unire il tutto al mascarpone ed amalgamare bene.

Infine aggiungere la panna facendo attenzione a non smontare troppo il tutto.

Versare sopra la base e porre in freezer per almeno 3 ore.

Sciogliere nel microonde la cioccolata fondente con 200 ml di panna, il segreto è scaldare poco e sciogliere il cioccolato mescolando sempre. Otterrete una ganache lucida e dal sapore squisito.

Versatela sulla torta che avrete tolto dal freezer e mettete in frigo per altre due ore.

A vostro gusto potrete aggiungere della salsa di fragole per servire.

lunedì 11 maggio 2015

Fusilloni con cicoria, ricotta salata e briciole di pane speziato.

fusilloni con cicoria e ricotta salata 005

 

Finalmente sono arrivate le belle giornate, il sole, il caldo e la voglia di cucinare comincia a voler andare in vacanza!!!

Ma i doveri casalinghi continuano con la bella e la cattiva stagione.....

Pranzi e cene si susseguono ininterrotti e, se magari qualche volta io potrei cavarmela con un frutto o poco più, marito e figlia si meritano di meglio, quindi anche se la voglia di fare viene meno, l'istinto materno prende il sopravvento e....qualcosa di buono riesco a metterlo in tavola.

La ricetta che vi propongo oggi è un primo piatto semplice, dal sapore particolare ma gustosissimo.

L'idea del gusto amaro della cicoria può far storcere il naso a quelli che non la amano ma, credetemi, in questo caso è in armonia con gli altri sapori e anzi, si valorizzano a vicenda.

La pasta che ho usato poi, i fusilloni, rende giocoso e allegro il piatto e l'allegria è un ingrediente che a tavola non deve mai mancare....

Ecco il procedimento e le dosi:

 

Ingredienti per 4 persone:

320 gr di Fusilloni pasta Panarese della Val D'Orcia

120 gr di cicoria

2 spicchi di aglio

150 gr di ricotta salata

4 fette di pane

erba cipollina, prezzemolo, timo e peperoncino.

olio extravergine

 

Lavate e togliete i gambi più duri alle foglie di cicoria.

Mettetele in una casseruola con mezzo bicchiere di acqua, un pizzico di sale e fate cuocere per circa 10 minuti. Deve risultare morbida ma non sfatta. Scolate la cicoria e strizzatela leggermente.

Nel bicchiere del minipimer mettete la cicoria con lo spicchio di aglio sbucciato e a cui avrete tolto l'anima centrale e due o tre cucchiai di acqua di cottura della cicoria.

Frullate e aggiungete piano piano l'olio extravergine, finché non diventa una crema dalla consistenza vellutata.

Portate ad ebollizione una capiente pentola con acqua salata e fate cuocere i fusilloni.

Intanto che la pasta cuoce prendete le fette di pane, meglio se Toscano, togliete la crosta e sbriciolatelo con le mani.

Tritate finemente le erbe aromatiche con l'aglio e un pizzico di peperoncino ( questo se disponete di erbe fresche, altrimenti usatele liofilizzate), scaldate poco olio in un padellino e mettete il trito di erbe e le briciole di pane mescolando bene.

Scolate i fusilloni al dente, conditeli con la crema di cicoria e impiattate distribuendo sopra le briciole di pane alle erbe e una generosissima grattugiata di ricotta salata.

Related Posts with Thumbnails