giovedì 27 novembre 2014

Gnudi di cavolo nero alla salsiccia e pecorino di grotta

gnudi cavolo nero

Nella tradizione toscana gli gnudi , che significa nudi, sono un piatto tradizionale. Si tratta sostanzialmente del ripieno che che viene usato per i ravioli , una volta finita la pasta vengono cotti per l’appunto nudi, potrete trovare la ricetta tradizionale qui

In genere si preparano con gli spinaci ma in questo periodo è d’obbligo farli con il delizioso e saporito cavolo nero.

Li ho serviti con un condimento dal sapore deciso a base di salsicce e pecorino, vi lascio a questo primo a tutta

 

Ingredienti per gli gnudi di cavolo nero:

500 gr di cavolo nero

300 gr di ricotta freschissima

1 uovo

1 pizzico di sale

70 gr di pecorino di grotta grattugiato

farina quanto basta

Procedimento :

Lessate il cavolo nero in acqua salata, se usate un cavolo nero grande togliete le coste centrali più grandi altrimenti resteranno dure. Io ho usato un cavolo nero giovane e molto tenero.

Scolate il cavolo nero ( conservate l’acqua per bollire gli gnudi) e passatelo sotto l’acqua fredda per mantenere il colore.

Lasciate a sgocciolare dentro un colapasta, strizzandolo bene un paio di volte

Quando il cavolo sarà freddo tritatelo finemente, unite la ricotta anch’essa ben scolata, aggiungere l’uovo, il pecorino grattugiato ed aggiustare di sale.

Amalgamare bene, fare una pallina e mettere a riposare in frigo per un’ora. Infarinate una spianatoia, prendere il composto e gettare l’eventuale liquido che si fosse formato.

Dividere il composto in due parti , lavorandolo sulla spianatoia infarinata fare due piccoli salamini d’impasto. Tagliarli della lunghezza di circa due cm e disponeteli su una teglia infarinata.

Far bollire l’acqua dove avete bollito il cavolo ( va bene anche acqua salata normale), cuocetevi i vostri gnudi. Saranno cotti dopo circa un minuto che sono venuti a galla.

Ragù di salsiccia toscana in bianco:

500 gr di salsiccia toscana freschissima

1/2 cipolla rossa

2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

1/2 bicchiere di vino bianco

un’abbondante macinata di pepe nero

pecorino di grotta  a scaglie per servire

Procedimento:

Scaldare sul fuoco una padella, mettere l’olio e la cipolla tritata finemente, far rosolare a fuoco bassissimo per circa 15 minuti. Spellare le salsicce, schiacciarle bene con una forchetta ed aggiungerle al soffritto di cipolla.

Far cuocere per circa 30 minuti, sfumare con il vino bianco e mettere un’abbondante presa di pepe nero.

Far saltare gli gnudi nel condimento ed infine mettere le scaglie di pecorino, servire subito.

2 commenti:

  1. li trovo deliziosi...complimenti!!! a presto ^^

    RispondiElimina
  2. stupendiiiiiiiiiiiiii!! ottimi...

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails