giovedì 29 marzo 2012

Crostini toscani o crostini neri

crostino nero
Il crostino nero toscano ha come minimo migliaia di versioni, oserei direi almeno una per ogni famiglia toscana. Noi avevamo già riportato qui la versione dell’Artusi ma mi sentivo in dovere di mettere anche la mia ricetta. Io adopero solo i fegatini del pollo mentre la mia mamma usa anche la milza, per sfumare preferisco usare il vinsanto al posto del vino perché secondo me rilascia un aroma più intenso. Infine aggiungo i capperi e l’acciuga quando il sugo è già spento.
Parte integrante delle ricetta è il pane, sarebbe ideale usare il nostro pane toscano cotto a legna. I crostini neri fatti con il  pane all’olio o peggio ancora con il  pancarrè per me sono un abominio, in via del tutto eccezionale se non disponete di pane toscano usate  un pane casereccio.
In passato si usava bagnare il pane con il brodo prima di mettervi la salsa, io non amo la consistenza del pane bagnato però, se volete essere ligi alla tradizione, tenete caro questo suggerimento.
Ho affinato questa ricetta nei quasi venti anni di matrimonio e devo dire che è quella che più stuzzica il mio palato e quello dei miei commensali
Ingredienti:
400 gr di fegatini di pollo freschissimi
1 cipolla rossa piccola o un porro
1 dl olio evo
2 dl di vin santo
1 bicchiere di brodo di carne
1 manciata di capperi dissalati o se preferite un gusto un po’ acidulo usate quelli sottaceto piccolissimi e bene lavati
4 acciughe sotto sale lavate bene e diliscate
1 noce di burro ( facoltativa)
pane toscano cotto a legna
Procedimento.
Lavare bene i fegatini stando attenti che non abbiano la vescica con il fiele, in tal caso rimuoverla accuratamente. Mettere i fegatini in una ciotola con acqua fredda e un cucchiaio di aceto (usate questo accorgimento se avete ospiti che gradiscono un sapore di fegato meno intenso).
Mettere il tegame sul fuoco con l’olio di oliva e la cipolla o il porro tagliati a fettine e far rosolare a fuoco bassissimo per almeno 10 minuti.
Sgocciolare bene i fegatini e dopo averli tagliati in quattro parti metteteli nel tegame con la cipolla.
Far rosolare bene i fegatini per almeno dieci minuti, quindi unire il brodo a poco a poco fino a portarli a cottura. Ci vorranno circa 40 minuti in tutto. Alla fine sfumare con il vinsanto, appena è ben evaporato spengete il tutto. Fare intiepidire il composto e solo a questo punto unire i capperi e le acciughe.
Tritare il tutto con una mezzaluna, come da tradizione o se volete con un mixer ma stando attenti a lasciare l’impasto a piccoli pezzi.
Se volete unite una noce di burro che ingentilirà il sapore.
Servire su fette di pane e accompagnate con del buon vino rosso come da tradizione o con un bel prosecco freddo come piace a me!

29 commenti:

  1. Posso farti una maxi ordinazione :)? La mia cavia, da toscana DOC, ne va pazza ma con me ha poche speranze. Non ho “fegato” per il fegato! Un baciotto, buona giornata

    RispondiElimina
  2. lo amiamo tutti in famiglia i crostini neri... sono sempre ben gustati..
    lia

    RispondiElimina
  3. ciaoo
    buon giovedi
    friendly blog visit

    http://laracroft3.skynetblogs.be
    http://lunatic.skynetblogs.be

    RispondiElimina
  4. Sanno di buono e a casa sparirebbero subito:))) Un abbraccio!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. mi piacciono tantissimo!!! per fortuna li trovo nei ristoranti in collina verso Firenze ma adesso potrei farmeli! :-P
    ciao!

    RispondiElimina
  6. E' uno degli antipasti più goderecci di sempre =)

    RispondiElimina
  7. Io sono di crostini in questo periodo...non posso che pensare a copiarli e sicuramente lo farò. B. giornata.

    RispondiElimina
  8. Ma quanto sono appetitosi questi crostini tesoro in pure stile toscanaccio come te amica mia!!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
  9. che terra la toscana!!!! non ho parole!!

    RispondiElimina
  10. Ho ritrovato corrispondenza in ogni passaggio. Grazie anche di "questa" versione :)

    Buon pomeriggio

    RispondiElimina
  11. stavo pensando...e se me ne riempite un barattolino di questa deliziosa cremina che nel pomeriggio passo a prenderla?, ne avrei bisogno per l'antipasto di domenica. Baci.

    RispondiElimina
  12. Confesso di non amare i fegatini pero' una volta ho mangiato dei crostini fatti da una toscana doc e devo dire che erano veramente buoni

    RispondiElimina
  13. Buoni...è vero ognuno ha la sua di ricetta...io ho provato quelli della mia vicina Toscana ed erano una meraviglia!!!Ora proverò anche i vostri...
    Un bacio ragazze!!!!!!!!!!!!GRAZIE

    RispondiElimina
  14. io mangio i fegatini sono nel patè fatto in casa....favolosa la tua ricettina....

    RispondiElimina
  15. Sbav sulla foto... li adoro e con l'aiuto della tua ricetta li farò sicuramente! grazie... Lidia

    RispondiElimina
  16. Ho assaggiato questi crostini fatti da una mia amica toscana la fine del mondo , sono secoli che non li faccio!! bravissime
    un'abbraccio !

    RispondiElimina
  17. questi li adoro!!! li mangio in Umbria fatti da un cuoco toscano e li trovo più che deliziosi!
    il paté di fegatini è stra buono!

    RispondiElimina
  18. ognuno qua in Toscana ha la sua ricetta e la sua "mano" per farli...mio marito ne va letteralmente pazzo in tutte le versioni!

    RispondiElimina
  19. Ma come sono i crostini neri!!!! Per la serie non si finisce mai di imparare porterò in famiglia anche la vostra ricetta.

    RispondiElimina
  20. finalmente,ho trovato qualcuno che la pensa come me,e complimenti alle artusine che mettono le acciughe al momento giusto!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  21. Me li faceva l'Annetta, la mia padrona di casa quando vivevo a Firenze! Che buoni che erano, ma non so quale fosse la sua ricetta.
    A Roma, vicinissimo a Piazza Navona c'è una trattoria toscana dove li fanno abbastanza bene.

    RispondiElimina
  22. e io che credevo che alla fine fossero frullati....una curiosità, non avendo a disposizione il vin santo, ci va vino rosso, giusto?

    RispondiElimina
  23. I crostini serviti sul pancarrè...orrore!!! Ma se non c'è niente di meglio, li mangio anche così :)

    RispondiElimina
  24. Appreciating the time and effort you put into
    your blog and detailed information you provide.
    It's awesome to come across a blog every once in a while that isn't the
    same unwanted rehashed information. Wonderful read!
    I've saved your site and I'm including your RSS feeds to my Google account.


    Here is my web page - Buy cheap social Bookmark

    RispondiElimina
  25. Buonissimo! Provato qualche giorno fa in occasione di un pranzo con gli amici...un successone!
    Qui puoi vedere come è venuto:
    http://fragoleecioccolato.blogspot.it/2013/05/il-mio-menu-toscano_8.html

    RispondiElimina
  26. Ho appena provato la tua ricetta. che dire? Così buoni nemmeno al miglior ristorante! Lucia, toscana doc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sei gentilissima. Un abbraccio

      Elimina
  27. Proprio ieri mia figlia di vent'anni mi ha chiesto i crostini "quelli che piacciono a me " . Io li preparavo così a occhio secondo il mio palato come li avevo assaggiati in un ristorante toscano , ma questa volta mi sono detta .... perché non imparare la ricetta originale ????? Grazie a voi e anche se improvvisati non ho mai osato metterli sul pan carré ma sempre su di una bella fetta di pane casereccio .... Buon appetito a mia figlia ....

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails